DCSA:Dettaglio

Servizio MODEM - Al via le rilevazioni 2013 (modelli Istat P.2, Istat P.3, Posas e Strasa)

02.01.2013

E' avviata la rilevazione 2013 dei dati dei modelli Istat P.2, Istat P.3, Posas e Strasa (cfr. circolare n.42 del 17/12/2012, nella sezione Documentazione/Circolari). 
La compilazione e l'invio dei modelli all'Istat, da effettuarsi esclusivamente utilizzando il Servizio MODEM, dovrà avvenire inderogabilmente entro il 30 marzo 2013.

Rispetto allo scorso anno sono stati introdotti alcuni importanti cambiamenti nei modelli Istat P.2 e Istat P.3, relativi rispettivamente al bilancio annuale della popolazione residente (anno 2012) e al bilancio annuale della popolazione straniera residente (anno 2012) e struttura per cittadinanza (al 31 dicembre 2012).

Per ciascun comune, la popolazione di partenza (popolazione al 1° gennaio 2012) è stata calcolata a partire dalla Popolazione Legale (la popolazione determinata con il Censimento del 2011 e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 209 del 18 dicembre 2012) sommando il movimento demografico riportato dal comune nel modello di secondo periodo 2011 e comportante conteggio.

Nei nuovi modelli è stata mantenuta la bipartizione delle pratiche definite nell'anno in base alla data di evento/decorrenza giuridica con riferimento alla data del Censimento, già presente nei modelli di secondo periodo 2011. Sono stati introdotti inoltre alcuni nuovi quesiti, come quelli sulle iscrizioni e sulle cancellazioni per rettifica post-censuaria (precompilati sulla base dei bilanci SIREA 2012), sulle iscrizioni per ripristino di persone già cancellate, sulle cancellazioni per irreperibilità al Censimento (che non comportano conteggio nel calcolo della popolazione).

Sono stati introdotti alcuni totali e alcuni saldi, calcolati in automatico nei modelli elettronici, utili per la valutazione del movimento con data evento/decorrenza giuridica a partire dal 9 ottobre 2011, da utilizzare per il calcolo della popolazione al 31 dicembre 2012.

Nel modello Istat P.2 è stato introdotto un campo, calcolato automaticamente, relativo al numero medio di componenti per famiglia.

Nel modello Istat P.3 è stato introdotto un quesito distinto per le cancellazioni per violazione art.7 D.P.R.223/89 (rinnovo dichiarazione della dimora abituale) e un quesito sulle unità da aggiungere/sottrarre per variazioni territoriali. Nella parte del modello relativa alla situazione anagrafica a fine anno è stata introdotta la distinzione della popolazione straniera tra popolazione residente in famiglia e popolazione residente in convivenza. E' stato introdotto inoltre un quesito sui "nati occasionali", da desumere dallo Stato Civile.

E' stata infine semplificata la struttura dei controlli di qualità automatici che si attivano in fase di registrazione del dato.

In proposito, si rammenta di prestare attenzione alla compilazione delle sezioni dei due modelli destinate ai recapiti del referente comunale, che devono essere completi dell'indirizzo di posta elettronica.

Si rammenta inoltre di prestare particolare attenzione alla coerenza tra i dati dei due modelli Istat P.2 e Istat P.3, tenuto conto del fatto che il secondo si riferisce alla popolazione straniera, che è un "di cui" (un sottoinsieme) della popolazione complessiva cui si riferisce il primo.

Le guide per la compilazione dei due modelli sono scaricabili anche nella sezione Documentazione/Manuali di istruzioni.